Alè Massa

Calcio Massa Lubrense

La Storia

Capitolo 2

L’anno dopo, ennesima doccia fredda. Il campo sportivo, che intanto ha usufruito dei fondi di Italia ’90 per la costruzione di una faraonica tribuna capace di 1.500 posti, non può ospitare il prestigioso campionato perché alle minime misure federali (100 metri di lunghezza per 60 di larghezza) mancano tre metri di ampiezza. La Federazione viene incontro alla Società concedendo l’autorizzazione di un anno per poter disputare il torneo in attesa del conseguente proseguimento dei lavori per l’adeguamento alle norme.

Ma di lavori neanche a parlarne. La tanto agognata Promozione viene giocata quasi con malinconia, consapevoli che l’anno dopo si dovrà tornare in Prima. La giovane, inesperta e rinnovata formazione massese onora fino alla fine il campionato regalandosi momenti di esaltazione come l’immeritata sconfitta nel derby con il Sorrento, o come nell’esaltante vittoria contro la Fiamma Sangiovannese, in cui la spettacolare rete di un giovane Ciro AMATO, ripresa da Televomero restò per l’intera stagione a far da sigla iniziale al popolare programma sportivo dell’emittente partenopea.

Retrocessione scritta e recitata. Il 30 giugno 1996, incredibile a dirsi, cessa il calcio a Massa. Lo stanco Amedeo Gargiulo getta la spugna. Sul campo sportivo resiste la Scuola Calcio Massese, ma è solo settore giovanile. La spugna viene raccolta da tre sportivi massesi Giovanni D’ESPOSITO (Segretario a cavallo della vecchia e della nuova gestione, gratificato nel 2003 dal Presidente Federale Carraro per la carriera dirigenziale), Angelo ESPOSITO e Gianfranco MASTROMANO che il 15 novembre 1997 fondano il Comitato Pro Calcio Massa Lubrense.

Dopo innumerevoli e snervanti riunioni finalmente, formata la nuova società cui viene dato il nome di Pol. Massa Lubrense, l’11 ottobre 1998 si riprende a giocare dalla 2^ Categoria. A presiedere il sodalizio viene eletto Antonino CANGIANO, bandiera del vecchio calcio locale in bianco e nero. Dopo un solo torneo di assestamento il nuovo millennio vede i neo nerazzurri vincere alla grande il campionato, tornando in 1^ categoria.

Sempre attenti al settore giovanile, i nuovi dirigenti festeggiano nel mese di giugno del 2004 la squadra Allievi (guidata da Maurizio AMATO) che porta nella bacheca coppa e supercoppa Campania.

Due anni più tardi (è il 2006), è la Juniores a far sorridere il calcio massese. Ancora Maurizio AMATO guida i ragazzi a vincere il proprio girone e arrivare alla semifinale regionale, cedendo solo ai rigori alla corazzata Internapoli che vincerà il titolo nazionale. Sempre la Juniores nel 2012 alla ribalta. Allenata da Luigi GARGIULO, rivince il raggruppamento e avanza ancora fino alla semifinale dove si arrende all’Agropoli in una gara a dir poco iellata.

 

 

 

 

 

 

Vuoi contribuire al progetto?

Mandaci una email!

 239 total views,  1 views today